16 ott

Passaggio successorio: un tema sentito da tantissimi clienti, Eppure …

In questi 36 anni di esperienza come Consulente Finanziario, ho assistito a tante successioni che hanno evidenziato la mancanza di una precedente pianificazione con conseguenti danni economici e di gestione famigliare.

Qual è il contesto in cui vivono i patrimoni degli Italiani? 

I dati che vediamo si riferiscono al 2018. La ricchezza delle famiglie Italiane, strano a dirsi, è la più importante in Europa. Siamo complessivamente più ricchi dei Tedeschi, degli Inglesi e dei Francesi.

In verità la sua distribuzione ci dice che il 70% circa appartiene al 15% delle famiglie e che i titolari di questo patrimonio hanno, sempre per il 70%, un’età superiore ai 60 anni. Quindi è anche facile intuire quanto di questa ricchezza passerà di mano, alle generazioni successive, da qui ai prossimi 10 anni.

Tutto ciò fa comprendere perché il tema del passaggio successorio è così sentito dai nostri clienti.

Ma allora perché gli Italiani non Pianificano il passaggio successorio?

A questi primati si contrappone il grande gap sull’educazione finanziaria degli Italiani rispetto a tutti gli altri cittadini appartenenti al G20.

 

Da un’indagine svolta dalle Banche centrali, su un campione significativo di popolazione di questi paesi, che poneva domande sulla materia finanziaria, gli Italiani hanno ottenuto la percentuale più bassa di risposte esatte. Si comprende allora perché soltanto il 7% degli Italiani redige un testamento olografo, lasciando spesso il trasferimento del proprio patrimonio a parenti non graditi, o nella migliore delle ipotesi, facendo litigare le persone più care, per lunghi anni attraverso conteziosi complessi. Tutto questo solo per non aver pianificato, nel periodo di lucidità mentale, delle scelte ponderate con l’aiuto del proprio Consulente di fiducia.

Problema o opportunità?

Da tempo sentiamo dire che quello del Consulente Finanziario è e deve diventare, sempre più nel tempo, un “Ruolo Sociale”. Ma ciò significa che dobbiamo onorare la responsabilità che ne deriva e trattare questi temi sulla tutela patrimoniale, con competenza e autorevolezza nei confronti dei nostri clienti. Se ciò accadrà, possiamo abbracciare questo tema soltanto come un’opportunità e ci accorgeremo, a quel punto, di tutti i vantaggi legati al modello di consulenza basato sulla “Pianificazione Finanziaria”.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE